6° Cervignano Film Festival

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Cinema

CONCORSO INTERNAZIONALE PER CORTI, DOCUMENTARI & VIDEOCLIP
IN PALIO IL PRESTIGIOSO CERVO D’ORO

CERVIGNANO FILM FESTIVAL – Il cinema del confine e del limite nasce da un’idea del Centro Giovanile di Cultura e Ricreazione Ricreatorio San Michele e Piero Tomaselli e dalla volontà di supportare la creatività giovanile con l’intento di valorizzare, promuovere e divulgare le forme “minori” della narrazione audiovisiva e cinematografica come forme espressive particolarmente efficaci ed attuali a livello mediatico, sociale e culturale, focalizzando in particolare la propria attenzione sui linguaggi liminari ed ibridati, in bilico tra finzione e documentario, che si muovono sul labilissimo confine che separa il cinema codificato, commerciale e “mainstream” da quello di ricerca e di sperimentazione.

Perché il tema “del confine e del limite”? La nostra regione, il Friuli Venezia Giulia è, per definizione, terra di confine e crocevia di popoli e di culture. Segnatamente Cervignano del Friuli, la cittadina che ospiterà la manifestazione, fino al 1915 era l’ultimo avamposto dell’impero asburgico (il fiume Ausa segnava la linea di divisione tra Austria e Italia). Queste elementari constatazioni ci hanno suggerito di approfondire questo tema decisivo attraverso il filtro di un festival cinematografico che provi a raccogliere i migliori cortometraggi e documentari di giovani filmaker sul tema e organizzando, parallelamente alla competizione, incontri di approfondimento, seminari, workshop e tavole rotonde.

Neta – Storia di una pescivendola

Pubblicato il Pubblicato in Teatro

La Pescheria da Benito
in occasione del 60° anniversario di attività
offre alla comunità lo spettacolo:

“Neta—Storia di una pescivendola”

L’autore di questa storia racconta dei fatti realmente accaduti a più persone, messi poi assieme creando un unico personaggio.
Neta, una “pessara”che conosce già da bambina la fatica, incominciando la propria attività con il “bigol” (arconcello) poi con la bici e infine con il “mosquito” (bici con motore).
Storie di donne che attraversano in lungo e in largo il Friuli partendo da Marano per sostenere le proprie famiglie.

Una storia recitata e cantata, che fa sorridere e riflettere.
Una storia per non dimenticare dove eravamo e per far conoscere un’arte e una tradizione cara al popolo friulano.

TEATRO SALA AURORA
Via Mercato, 1
Domenica 8 Aprile 2018
Ore 17.45
Apertura sala ore 17.00

INGRESSO LIBERO

Le offerte raccolte saranno devolute alla 51esima Operazione Uomini Come Noi

Laboratorio lettura espressiva

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Teatro

Marianna FernetichMarianna Fernetich è un’ attrice diplomata nel 2013 alla Civica Accademia d’Arte  Drammatica “Nico Pepe” di Udine. Dopo diversi anni di danza classica e contemporanea si avvicina al teatro quando a Venezia consegue la laurea in Scenografia e Costume per lo spettacolo. Ha preso parte a spettacoli con C.U.T. Scyrloch di Venezia, Compagnia Salamander di Savona, Consorzio Scenico di Trieste e   per la compagnia Pantakin da Venezia che si occupa principalmente di Commedia dell’Arte, Teatro contemporaneo in maschera e Circo Teatro. Da diversi anni tiene corsi di teatro rivolti a bambini e ragazzi, usando per lo più la tecnica dell’improvvisazione teatrale.

CV Marianna Fernetich 2017

Alice nel paese delle meraviglie

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Teatro
La Compagnia “Amici di Alice” del Ricreatorio San Giuseppe di Monfalcone propone uno spettacolo per bambini e adulti trasportandoci per un ora e mezza nel fantastico mondo di “ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE – IL MUSICAL”
Vi aspettiamo quindi domenica 22 ottobre, dalle ore 18.00 in Teatro Sala Aurora!
Lo spettacolo è ad ingresso libero gratuito senza prenotazione.

5° Cervignano Film Festival

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Senza categoria

CONCORSO INTERNAZIONALE PER CORTI, DOCUMENTARI & VIDEOCLIP
IN PALIO IL PRESTIGIOSO CERVO D’ORO

CERVIGNANO FILM FESTIVAL – Il cinema del confine e del limite nasce da un’idea del Centro Giovanile di Cultura e Ricreazione Ricreatorio San Michele e Piero Tomaselli e dalla volontà di supportare la creatività giovanile con l’intento di valorizzare, promuovere e divulgare le forme “minori” della narrazione audiovisiva e cinematografica come forme espressive particolarmente efficaci ed attuali a livello mediatico, sociale e culturale, focalizzando in particolare la propria attenzione sui linguaggi liminari ed ibridati, in bilico tra finzione e documentario, che si muovono sul labilissimo confine che separa il cinema codificato, commerciale e “mainstream” da quello di ricerca e di sperimentazione.

Perché il tema “del confine e del limite”? La nostra regione, il Friuli Venezia Giulia è, per definizione, terra di confine e crocevia di popoli e di culture. Segnatamente Cervignano del Friuli, la cittadina che ospiterà la manifestazione, fino al 1915 era l’ultimo avamposto dell’impero asburgico (il fiume Ausa segnava la linea di divisione tra Austria e Italia). Queste elementari constatazioni ci hanno suggerito di approfondire questo tema decisivo attraverso il filtro di un festival cinematografico che provi a raccogliere i migliori cortometraggi e documentari di giovani filmaker sul tema e organizzando, parallelamente alla competizione, incontri di approfondimento, seminari, workshop e tavole rotonde.